Abell 2151

[cml_media_alt id='1521']Abell 2151 versione ufficiale definitiva per sito[/cml_media_alt]

Descrizione:  l’immagine mostra un arcipelago di universi isola la cui luce ci raggiunge dopo un viaggio di 500 milioni di anni luce. Conosciuto anche come Abell 2151, questo ammasso situato nella costellazione boreale dell’Ercole è ricco di galassie morfologicamente molto diverse tra loro, alcune in formazione, altre ancora tormentate dall’interazione reciproca. Poche invece le galassie ellittiche povere di gas e polveri e oramai quindi incapaci, di dare vita a nuovi astri. I colori in questa immagine composita particolarmente profonda, mostrano chiaramente la formazione stellare nelle galassie con una tinta blu mentre invece le popolazioni meno giovani sono visibili con una gradazione cromatica più vicina al giallo. In realtà, l’ammasso di Ercole stesso può essere visto come il risultato di fusioni in corso di ammassi di galassie più piccoli. L’immagine è stata esaminata, dopo una accurata riduzione astrometrica, con i cataloghi SDSS in blu, PPMXL in verde, PGC in celeste, USNO in rosso. Da tale esame viene confermata la notevole profondità dell’immagine in quanto risulta addirittura superata la magnitudine 21 sugli oggetti diffusi.   

[cml_media_alt id='1491']annotazione[/cml_media_alt]

 Tuttavia il dato più sorprendente, ben visibile in un ingrandimento delle regioni centrali dell’ammasso, è costituito dal rinvenimento del quasar  QSO J1605+1745  che mostra un redshift ovvero uno spostamento spettrale verso il rosso pari a z= 2,99. Questo significa tra noi e questa misteriosa sorgente luminosa vi è una voragine cosmica quantificabile tra i 7 e i 10 miliardi di anni luce !!!  (http://en.wikipedia.org/wiki/Distance_measures_%28cosmology%29).

[cml_media_alt id='1492']annotazione zoom[/cml_media_alt]

Il quasar è individuabile con il suo valore di redshift ovvero 2,99297 subito a sinistra in basso rispetto alla NGC 6045. 

 

Optics: Celestron 11 HD f: 7,3 (Takahashi reducer )
Mount: Avalon M1 Fast Reverse
Camera: SX H694 binning 2x (-5°)
Filters:  Baader IR/UV cut
Guiding Systems:  Off Axis Guide Proxima LB Astro & Lodestar X2 
Dates/Times:  July 2014
Location:  Rufeno mount, Rufeno obs,  
Exposure Details:  lum 13.4 hours (A.Falesiedi)  crominance: 7 hours (A.Milani, M.Lovrencie)
Cooling Details:  – 5 degree
Acquisition:  Astroart, PHD Guiding, Chartes Du Ciel, Avalon Star Go  
Processing:  Astroart, 
Mean FWHM:  3,8
SQM-L:  21.1
NOTE  

 

I commenti sono chiusi.