Sh2-129 & OU4

 

Descrizione: Un oggetto misterioso, debole ma anche esteso nel cielo del nostro pianeta Terra.Una imponente nebulosa che richiama alla fantasia uno dei più terrificanti mostri marini, il calamaro gigante. Scoperto nella costellazione del Cefeo nel 2011 dall’astro-imager francese Nicolas Outters e quindi denominato con la sigla acronima OU4, esso si trova nel cuore di una regione di formazione stellare rubricata al numero 129 del Catalogo Shapley ( Sh2-129 ), nota tra gli addetti ai lavori anche con il nome di  Flying Bat Nebula (nebulosa pipistrello). In un campo apparente grande circa due volte la luna piena, questa nebulosa bipolare morfologicamente molto interessante, mostra un bellissimo colore azzurro – verde, prodotto dalla ionizzazione di atoni di ossigeno. Sebbene apparentemente completamente circondata dalla regione di emissione di idrogeno rossastro Sh2-129, la vera distanza e la natura della nebulosa calamaro sono difficili da determinare. Eppure, una recente indagine suggerisce che la OU4 in realtà non si trova all’interno di Sh2-129 a circa 2.300 anni luce dalla Terra. Coerentemente con tale scenario, OU4 rappresenterebbe un deflusso spettacolare prodotto da HR8119, un triplo sistema di calde stelle massicce, posto vicino al centro della nebulosa che si estende quindi fisicamente per quasi 50 anni luce! Credit: APOD, NASA

OU4 crominanza per sito

Riprendere il luce visibile (crominanza rgb) significa evidenziare principalmente la componente stellare. Poche nebulose sembrano presenti in questa area estesa 76 x 61 primi d’arco.

OU 4 solo Halpha plus per sito

In una ripresa che selezioni invece solo l’emissione dell’idrogeno ionizzato comincia ad apparire l’ imponente struttura cava della Sh2-129.

 

OU4 solo ossigeno plus per sito

Tuttavia è nella banda dell’Ossigeno due volte ionizzato che sorprendentemente si palesa l’enorme struttura bilobata di OU4.Un soggetto sicuramente debole ma tuttavia estremamente affascinante.

 

Optics: Celestron C11  HD 
Mount: Avalon M1 Fast Reverse 
Camera: SX H694 unbinning, Lodestar SX2 on OAG Teleskope Express Italia
Dates/Times: August 2014-Semptember 2015
Location: Manciano Astronomical Center (GR) 
Exposure: Lum (halpha): 10,2 ore;  Oxigen: 21,8 ore RGB red:40 min, blue 144 min, G: R/B 
Cooling:  avg – 5° 
Acquisition:  Astroart-Sequence Generator Pro 
Processing:  Iris-AstroArt-PS3
SQM-L:  21.2
NOTE  um: 70%

 

 

 

I commenti sono chiusi.